FANDOM


Marzio Tramontani è stato uno studente di Roccantica. È deceduto durante la battaglia della Notte delle Sfingi ucciso dal professor Silvestro Sauromante.

Il rampollo dei Tramontani faceva onore alla fama fosca dei suoi parenti: spesso taciturno, era però lesto ad attaccar briga quando qualcuno si lasciava scappare un commento salace sulla condizione economica della sua famiglia ormai decaduta. Aveva intenzione di passare i semestri all’Arcaniversitas esattamente come aveva passato quelli a Torrebruma: studiando lo stretto indispensabile ma ottenendo voti migliori della sorella Regina con cui sua madre lo metteva sempre in competizione, farsi gli affari propri, evitare come la peste i contatti con i giovani e tracotanti figli dei Crinieri, dedicarsi alle sue passioni segrete, che poi lo hanno messo nei guai.

Marzio aderì con fervore al piano di ricostituzione della congrega perduta Sphynxenigra e quando Porzia Tramontani tornò a Roccantica rispose al richiamo della Marchesa Nera. Non è chiaro se perché "plagiato dalla volontà della madre a sua volta sotto l'influenza di un horcrux" della sua ava, come dichiarano gli atti del Processo Sphynxenigra o di sua propria e deliberata volontà. Fatto sta che durante l'attacco a Roccantica Marzio era al fianco di Porzia e questo gli fu fatale.

Legami pubblici

Figlio di Olimpia Tramontani, Regina era sua sorella gemella, ma con lei aveva a che spartire solo i natali. Il rettore di Roccantica Corvino Tramontani (✝) era suo nonno. Ferdinando Miccioli per un breve periodo ha abitato con la sua famiglia a Borgotorvo ed era uno dei suoi pochissimi amici, se non l’unico.