FANDOM


Le congreghe non sono sempre state quattro. Il Mondo Magico italiano lo ha ricordato nel giugno del 2016 quando in modo piuttosto cruento l’antica congrega Sphynxenigra è riemersa dalle sabbie del tempo. Attualmente guidata dal Rettore di Roccantica Aloisius Montefalco che si è posto come garante dell’istituzione assumendo il titolo di Pontifex Niger a seguito di vicissitudini non ancora compiutamente acclarate dalle Autorità, ma che hanno causato la morte di cinque persone, la posizione di Sphynxenigra è precaria e divide l’opinione pubblica. Gli antichi dettami e quelli riformati differiscono in modo sostanziale, sebbene i principi della congrega rimangano pressoché inalterati. Le Sfingi credono che il mondo, Magico e non Magico, debba essere governato da un’oligarchia di Maghi illuminati. La Riforma vorrebbe tale governo collaborativo con la controparte Babbana, mentre la tradizione – c’è da dire risalente nella sua ultima formulazione al Seicento – vorrebbe questa asservita ai Maghi selezionati anche in base alla purezza del loro sangue. Attualmente Sphynxenigra non è una congrega riconosciuta, ma è considerata un cenacolo trasversale alle quattro congreghe canoniche.

Storia

Durante l’età repubblicana Roma espanse il suo dominio sulle nazioni del medio-oriente, molte delle quali erano custodi di conoscenze magiche antichissime e potenti. La tradizione magica egiziana influenzò moltissimo Roma, che già oltre ai misteri autoctoni soprattutto etruschi, aveva subito l’influenza dei Greci, dei Fenici, dei Celti. Fu in questi anni che si costituì il Tempio della Sfinge Nera, conosciuto con il nome di Sphynxenigra. Velocemente esso assunse una progressiva importanza arrivando a minacciare l’autorità delle sibille di Cuma e Tibur. Pur mantenendo un contatto diretto con l’Egitto, i caratteri romani erano preminenti e solo i riti e i manufatti (alcuni dei quali provenienti dalla provincia) mantenevano un sapore egittizzante. La principale sede del Tempio era poco lontano da Roma, presso l’attuale Borgotorvo, mentre a Luxor, in Egitto, si trovava il Tempio di Thoth, divinità egiziana della Conoscenza e della Magia.